Opel Karl : la (degna?) erede dell’Opel Agila

L’auto del giorno di stasera?
Una delle ultime arrivate in casa Opel, la Opel Karl.

Opel KARL

Nota più che altro per il nome insolito (derivato da quello del figlio del fondatore di Opel), per essere disponibile solo con un 1.0 tre cilindri a benzina da 75 CV tutto sommato brioso ma parco nei consumi, eventualmente a doppia alimentazione a GPL, e per il prezzo di acquisto bassissimo (anche se il miglior rapporto prezzo/dotazione sicuramente non è quello della base, senza cerchi in lega e clima).

karlint

Citycar estremamente compatta (circa 3,70 metri di lunghezza) combina linee tutto sommato personali ma appaganti per la vista con un’abitabilità ottima : con il divano frazionato per tre persone, è più che possibile viaggiare in 5 in tutta comodità (cosa rara per la categoria).
Questi, di fatti, erano proprio i principi anche della sua “antenata” : la Karl infatti promette di essere l’erede della (mitica?) Opel Agila.

Rispetto ad essa, sono stati fatti passi in avanti (le finiture della Karl sono infatti di tutto rispetto e lo stesso si può dire degli optional e delle dotazioni di sicurezza) sia dei compromessi poco piacevoli (il grande spazio riservato dal divano per i passeggeri posteriori è stato ottenuto “sacrificando” buona parte della capacità di carico del bagagliaio, che non fa impazzire)


karlrear
Secondo voi è meglio o peggio della sua “antenata”?
La parola spetta a voi.

The following two tabs change content below.

Comments

comments

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi Visualizza Dettagli

https://www.google.com/about/company/user-consent-policy.html

Chiudi