Honda Accord VII : dal Giappone al mondo (ma un po’ meno in Europa)

L’auto del giorno di stasera è l’Honda Accord, nello specifico la settima generazione : un nostro fan ci ha scritto che suo padre ne ha una dal 2004 con quasi 400.000 km!

accord1

Beh, suo padre è uno dei pochi acquirenti Europei : la Accord, automobile appartenente al segmento D (ora rientra nella categoria delle autovetture medie), è stata prodotta dalla giapponese Honda dal 2003 al 2008 (la prima generazione è stata lanciata nel 1976 ed attualmente è ancora in corso la produzione dell’ottava generazione) ed è stata venduta in diversi mercati automobilistici in tutto il mondo ottenendo un notevole successo commerciale negli USA (in cui è stata l’automobile giapponese più venduta dal 1982 al 1997), al contrario dell’Europa : a causa del continuo calo di vendite, nel 2015 Honda decise persino di interromperne l’importazione nel vecchio continente.

La versione berlina veniva realizzata in Giappone per il mercato europeo (così come la familiare) mentre per i mercati internazionali la Accord veniva prodotta anche in Cina dalla joint-venture Guangzhou Honda.

accord-sw

Alla fine del 2005 è stata sottoposta ad un leggero restyling, in particolare nel frontale, e nel corso degli anni Honda ha prodotto molte versioni e tipi di carrozzeria dell’Accord (che poteva differire anche sostanzialmente.)

La settima generazione della Accord è stata lanciata nel 2002-2003 ed è stata commercializzata proprio per questo motivo in due versioni distinte: uno per l’Europa/Giappone (costruite sul telaio della precedente generazione ma con una carrozzeria naturalmente differente) e l’altro per il Nord America.

La Accord veniva infatti costruita su un pianale flessibile che poteva “dar luce” a un corpo vettura più grande per il mercato americano e più piccolo per il mercato asiatico, ideato per sdoppiare la produzione.
La sesta generazione, sul quale era basata la stessa settima generazione, era infatti troppo grande per le leggi d’omologazione nipponiche.

accord2

In particolar modo il modello di nostro interesse, quello Europeo, era cresciuto in dimensioni rispetto al modello precedente sia in lunghezza che in larghezza (4,70 metri di lunghezza per una larghezza di 1,70 metri) pur mantenendo il vecchio telaio ed il vecchio passo.

Disponibile anche con trasmissione integrale, era equipaggiata con motorizzazioni a benzina 2.0 o 2.4 oppure un diesel 2.2 da 150 CV, quest’ultimo non disponibile Giappone (mentre era viceversa disponibile la versione sportiva “Euro-R”, con 220 CV di potenza)

The following two tabs change content below.

Comments

comments

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi Visualizza Dettagli

https://www.google.com/about/company/user-consent-policy.html

Chiudi