Intervista un tester: le domande dei fan di MdM!

Non ce l’avevate chiesto, l’abbiamo fatto lo stesso perché siamo degli sfaccendati. Siccome siete sfaccendati pure voi, di certo molti non ci avranno nemmeno fatto caso quindi cazzacci loro. Parliamo dell’intervista a un tester automobilistico che vi abbiamo promesso, e che grazie a Claudio Anniciello, di  Elaborare, siamo riusciti a mettere in piedi. Abbiamo raccolto le vostre domande e gliele abbiamo rigirate, ed ecco rapidissime le risposte! Ci auguriamo sappiate leggere, o abbiamo lavorato per nulla.

No, non parliamo di questo tester

E comunque no, non parliamo di questo tipo di tester

Francesco Figura Chiedetegli che ore sono!

Claudio: Sono le 21.09 (cominciamo bene…per essere la prima domanda)


Amedeo Fumarola Perché un’importante rivista di settore si fa intervistare da Mdm? 😉

Claudio: No, sia ben chiaro: non è una rivista che si fa intervistare, ma un test driver. Che dire, ho il piacere di conoscere la testa di MdM che ha avuto l’idea della pagina, e quando mi ha proposto la cosa ne sono stato molto allettato!


Willy Dani Le case costruttrici pagano il tuo datore di lavoro (editore) per gli spazi pubblicitari. Tu tester devi recensire l’auto. Quanto influenza questo meccanismo sulla tua imparzialità? A seconda della campagna pubblicitaria stipulata con l’editore per la macchina che stai recensendo, riesci a rimanere imparziale o censuri?

Claudio: Bella questa! Beh, è un mondo che si muove dietro la pubblicità e su questo non ci piove, ma qui entra in gioco anche l’etica professionale: non esiste che io cominci a raccontare balle a chi mi segue e mi legge. Ogni auto ha pregi e difetti, nessuna ha solo gli uni o gli altri, e per quanto le case possano fare pubblicità è bene che vengano messi in evidenza entrambi. C’è poi da dire che, com’è giusto che sia, c’è modo e modo di raccontare le cose e questo particolare gioca un ruolo fondamentale.


Nando Ferdinando Pederzoli Hai mai testato la vecchia panda 4×4? Quanti kg deve pesare il cadavere nel bagagliaio della 75 per ottimizzare al meglio l’assetto dell’alfa?

Claudio: NO, MALEDIZIONE!!! Un sogno che ancora non sono riuscito ad avverare….sai che ignoranza….. Per la 75 beh, solitamente si tagliano a pezzi e si riempie il bagagliaio del tutto: è una questione di tetris. Dopo la 75 va un amore


Marco Saetta Rossi Io vorrei chiedere: quanto incide l’importanza di una casa automobilistica sulla reale valutazione dell’auto provata? perché spesso si elogia il marchio a prescindere dalla vera qualità dell’auto prodotta. Idem al contrario…

Claudio: Siamo esseri umani anche noi, e per quanto se ne possa dire ci possono essere delle preferenze nei confronti di qualche brand in particolare, magari non per un motivo specifico: ci si può essere legati per la storia, per esperienze passate….per tutto. Sappi però che se mi danno una supercar e fa cagare, non se la scampa!


Devid Buratta Nel mondo dell’auto ormai diventato un concentrato di elettronica e obbligatoriamente con livelli di sicurezza con standard che tutte le case devono per forza superare. Esiste ancora quell’enorme abisso fra case tedesche, italiane, francesi di analoga categoria? Oppure ormai è solo questione di abitudine sminuire e tirare me..a gli uni agli altri?

Claudio: Assolutamente sì! Gli standard delle case automobilistiche si sono livellati molto rispetto ad un po’ di anni fa, e questo non solo in termini di prestazioni e/o elettronica, ma anche di accoppiamenti. E’ una questione di processi produttivi sempre più standardizzati e precisi


Reato Gabriele Mai pensato, assieme al tuo principale, di fronte a un problema non grave “chi se ne frega si arrangieranno i propietari”. La solita di quando un problema è trascurabile e quando no ,da chi dipende?(casa madre,brand,risolvibilitá)

Claudio: No, i problemi si risolvono, poi dipende da situazione a situazione: conta comunque che di solito è bene avvisare la Casa e decidere una strada comune


Leo Conte Pigna Avevo visto tempo fa una puntata di Megafabbriche, in cui si spiegava la Pagani Huayra, e dicevano che il tester di quella vettura faceva un milione di km. Quindi la mia domanda è: “quanti km bisogna fare per testare un’auto???”

Claudio: Con l’esempio della Huayra confondi i test giornalistici con i test prototipi, e sono diversi. I prototipi hanno bisogno di fare test prima della messa in produzione, ed anche dopo per valutarne l’affidabilità, mentre i giornalisti nei propri test valutano l’handling dell’auto e la sua usabilità nelle condizioni per le quali è stata pensata (supercar in pista, citycar in città, berlina per i viaggi, SUV come complementi d’arredo….ah no….forse per le strade ugualmente).


Maicol Picchetti Qual è l’auto migliore per andare a figa? E in base a cosa la sua scelta?

Claudio: Il problema è: se vai a figa grazie all’auto, devi darle un buon motivo per ricordarsi di te….altrimenti la FdM (Figura di Merda) è garantita! No?

Porsche Boxster GTS


Francesco Villa “Qual é la migliore auto mai provata? Non la più veloce o la più costosa, bensì quella che svettava di più sulle concorrenti dello stesso segmento.
Allo stesso modo, qual é stata la peggiore?”

Claudio: Richiedimelo tra qualche tempo, che devo provare la Giulia Quadrifoglio…….potrebbe rispondere all’una o all’altra!


Paolo Pavarini La mia domanda è: ammettendo di pesare circa 90kg con un tasso alcolico di 2.0,una seicento con filtro e marmitta derivata da Simonini per Piaggio Ciao e con 4 galline ed un gallo a bordo quanto posso impiegare a fare la salita fino allo Stelvio con Toto Cutugno a palla sullo stereo?

Claudio: Sali dritto “a cazzo duro”: in quelle situazioni non esistono strade che non si possano percorrere!


Michele Brasola Perchè quando recensite berline o suv premium, mettete praticamente solo le tedesche e quasi mai anche le giapponesi lexus e infiniti?

Claudio: Negli ultimi anni Lexus e Infiniti hanno cominciato ad essere maggiormente apprezzate dal mercato italiano, di conseguenza i volumi di vendita sono aumentati, così come l’interesse verso il brand. Restano comunque una sorta di nicchia, ma se ne comincia a parlare molto di più!


Nicola Faccincani Come si diventa tester a parte i soliti corsi guidare sicuri che costano un botto o carriere in campionati velocità che i comuni mortali non si possono permettere …..bla bla bla

Claudio: Tanto culo (averlo, non darlo eh!). Essere al momento giusto nel posto giusto, o almeno essere ben indirizzati….il resto è buona volontà, bravura, gavetta: è un mondo così competitivo che se non ti inventi qualcosa o esci dal coro vieni scartato in partenza


Federico Codazzi Che percorso formativo/lavorativo hai attraversato per diventare quello che sei ora?

Claudio: Sono laureando in Ing. Aerospaziale (mancano pochi esami), poi ho seguito un corso per collaudatori, che non è per nulla un corso di guida sicura o sportiva, e sono riuscito a muovermi nel modo giusto per farmi notare. That’s all


 

Angelo Porcu Veramente pensate che la nuova Tipo sia una buona auto? Mi pare che tutte le riviste e siti siano stati fin troppo buoni con un’auto che 10 anni fa forse avrebbe avuto successo, oggi se lo avrà è per il prezzo per il momento concorrenziale ma con materiali e design non proprio del 2016.

Claudio: Beh il design è Fiat, o meglio cerca di aprire un nuovo corso stilistico per Fiat, non lo trovo “vecchio”: sono interpretazioni. Conta che in alcuni campi l’estetica è una sorta di ciclo…..se non fosse per l’aerodinamica probabilmente torneremmo a breve alle forme squadrate! Su Tipo il discorso è: costa poco, ok, ma li vale? Quando l’ho provata ho dato un parere positivo perché fa esattamente quello per cui è stata pensata, cioè trasportare da un punto A ad un punto B. Alcuni scivoloni ci sono in termini di assemblaggi eh….


 

Giuseppe Grassi quanto vi pagano per non dichiarare l’effettivo consumo di carburante?? VERGOGNA

Claudio: Sicuro che non dichiariamo l’effettivo consumo? Quando abbiamo una scheda tecnica tra le mani dobbiamo, in mancanza di dati strumentali certificabili, attenerci a quella, mentre durante i test alcune auto vengono stressate come non accadrebbe su strade (non guidi in pista tutti i giorni, con l’auto impiccata) e quindi i consumi non sono attendibili. Fatto sta che quando mi trovo a riportare il consumo di un’auto lo vedo dall’effettiva percorrenza durante test di durata, ad esempio dopo i trasferimenti autostrada o dopo averla utilizzata come auto di tutti i giorni


Alfonso Giammarco Visto che è un tester perché non buttargli il domandone bomba: secondo te tra Giulia, A4 , serie3; qual è realmente la migliore??

Claudio: BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOM


 

Giancarlo Torregrossa “Cosa pensi dei conduttori di top gear Italia?

Claudio: Sinceramente” Sono stato inizialmente scettico, e molto. Ora lo sono ancora ma di meno, perché comunque non avrei immaginato direttamente loro lì. Magari è una questione di assuefazione, ma alla fine Top Gear è un programma nel quale i conduttori devono fare i coglioni, non i temponi in pista: a quelli ci pensa Stig!


 

Marco Branchi Leggo articoli in cui si dice solo quello che va bene. Non sarebbe più interessante capire cosa hanno di sbagliato le varie auto?

Claudio: Come detto più sopra: ogni auto ha pregi e difetti. Sono sempre del parere che vadano detti entrambi, altrimenti si perde (giustamente) anche di credibilità


 

Domenico Cosenza Quante volte hai detto che un’auto è perfetta invece ti faceva cagare come imperfezione?

Claudio: Mai

Seat Leon Cup Racer


 

Maurizio Blondi Che faccia fanno I costruttori, quando gli fa notare eventuali difetti/pecche, sfuggiti ai loro super ingegneri?

Claudio: I Costruttori cadono sempre in piedi, potrebbero inventarsi qualunque motivo per dirti che quella cosa l’avevano pensata proprio così. Ad ogni modo il dialogo è mediamente costruttivo, anche se solo in alcuni casi si parla con gli ingegneri di prodotto


 

Daniel Pool Quali sono le tre auto (costo medio, non supercar o superlusso) che vorrebbe nel suo garage e perché.

Claudio: Ne vorrei tante, troppe! Shelby Cobra perché è un’icona, un must, Pagani Huayra perché nel suo complesso è praticamente uno dei punti di riferimento attualmente per le supercar. In questo momento ho in prova una Porsche Cayman GT4 e devo dire che anche mi diverte….


 

Pol Mec Cartnei Prendi più di stipendio o di bustarelle?

Claudio: Bustarelle? Magari!


 

Emiliano Bianchini La sportiva più comoda per trombare sul cofano?

Claudio: Quella con il cofano più lungo!


 

Mirko Rossi Qual e’ la macchina che statistiche alla mano attira più fighe? 😂😂😂

Claudio: Oh siete fissati voi e ste fighe! Fate bene, bravi! Supercar qualunque, in assoluto, che facciano un macello assurdo quando le accendi, tanto per le donne che guardano questo in un uomo l’una vale l’altra!


 

Manzo Giuseppe Hai mai guidato il Deltone?

Claudio: Ebbene sì! Per poco, ma ne ho avuto il piacere. Giudizio? Ingiudicabile!


Mirko Marra Trentino Preferisce il deltone o il pandino 4×4??

Claudio: Una sfida tra titani insomma…. Non posso scegliere nessuna delle due come preferita, il Karma mi punirebbe.

(Cazzate: il Deltone! Consideriamola coma una Panda 4×4 pompatissima con ignoranza all’ennesima potenza!)


 

Paolo Cabriolu Quante auto ha spaccato in tutte le sue prove?

Claudio: Fortunatamente nessuna! Avendo avuto una formazione da collaudatore ed essendo razionale di carattere, si sposta il limite sempre un po’ più su in modo graduale, senza fare cazzate. Questo non vuol dire che, nel tempo, non ci sia stato qualche episodio pericoloso….ma va che stai portando sfiga? 😛


 

Roberto Gasperini Riuscirebbe l’esperto a mettere alla frusta questo oggetto senza passare a miglior vita ?

Lamborghini_Countach

Claudio: Ci si può sempre provare, mai dare nulla per scontato


 

Valerio Fino “Durante i test delle vw quanto olio aggiungete ?”

Claudio: Ettolitri ed ettolitri, ettolitri al quadrato! (scherzo eh!)


 

Alberto Charlie Zanola A quando i test sulla praticità dell’auto in camporella?!

Claudio: Eppure mi pare che qualche collega l’abbia fatto…….


 

Domande degli admin,(perché sono stronzo)


Admin: Hai mai usato una delle auto in prova per rimorchiare?

Claudio: Nonostante ne abbia avute di belle in prova, rimorchiare esplicitamente no, ma sapessi come guardano…
Hai mai scopato in una delle auto in prova? Quale è stata la più comoda? Picche, mai fatto: ho la mia Golf che se la cava egregiamente!


 

Admin: Domand aseria : molti pensano che il lavoro sia solo andare in giro in auto, quasi un gioco, quanta gente ti dice “ma perché è un lavoro?” ti rode o provi a spiegare tutta la “postproduzione” al lavoro per strada? Quanto tempo ti prende quest’ultimo?

Claudio: Ci sono molte persone che dicono questo sia il lavoro più bello del mondo. Beh, sotto alcuni aspetti è vero, perché ti porta a girovagare e divertirti. Il fatto è che non si passano tutti i giorni sulle auto, tanto del lavoro è a spaccarsi la schiena al pc. Chi mi conosce lo sa che non è tutto oro ciò che luccica così come arrivano periodi ed occasioni durante le quali comincio a divertirmi come un pazzo. Generalmente, per far accendere una spia in chi mi ascolta, basta davvero un “non è tutto oro ciò che luccica, molto da fare è al pc” e via, nessun’altra spiegazione.


Admin: Test migliore, situazione più paradossale, situazione più spassosa

Claudio: Test migliore? Girare a Portimao con una Mercedes C63S AMG: quella pista è una sorta di sala giochi. Ero invece al Tazio Nuvolari per un test di un’auto di un privato e, prima di entrare in pista, parte una delle mie più classiche domande: “ci sono degli accorgimenti particolari su quest’auto, o cose che dovrei sapere prima di entrare in pista?”. La sua risposta fu “no, niente, ho solo cambiato l’impianto frenante”.
Io: “l’avrai rodato, no?”
Lui: “beh sì, ci ho fatto 300 km”
Il risultato è che in fondo al rettilineo l’auto non ha quasi frenato ed il pedale è venuto meno…..ho dovuto pregare in aramaico e aggredire il curvone per riuscire a mantenere la pista

Mercedes C63S AMG


Admin: Cosa ti ha spinto a fare il tester, quanto crede che un test drive influisca sull’acquisto di un’auto

Claudio: Trovo che il test drive sia fondamentale nel processo di acquisto di un’auto, io non comprerei mai un’auto che non ho provato…e poi i concessionari hanno le auto immatricolate apposta! Tu sposeresti mai una donna senza averla mai conosciuta?


Admin: Favorevole o contrario al differenziale elettronico

Claudio: Meccanico, meccanico, meccanico, meccanico (di merda)! Anche se devo dire che gli elettronici hanno fatto passi da gigante negli ultimi tempi


Admin: Come fai a pianificare le giornate? Hai giornate vuote? Come ti organizzi? Ci racconti una settimana tipo?
Claudio: Giornate vuote? Diverse a dire il vero, poiché ci sono periodi molto intensi e periodi un po’ fiacchi. L’organizzazione della giornata mi porta a perdere la mattinata a lavorare e risparmiare il pomeriggio per eventuali arretrati o imprevisti. Gli eventi stampa sono organizzati direttamente dalle Case Automobilistiche, quindi quei giorni sono monopolizzati, per il resto con le auto in test riesco ad organizzarmi in modo piuttosto tranquillo per far combaciare tutti gli altri impegni. Settimana tipo? Non c’è: sono sempre diverse!


Admin: Come hai trovato le domande dei fan? Interessanti, stupide e scontate o degne di mdm?
Claudio: Ammetto che la maggior parte me le aspettavo. Mi ha spiazzato la prima, “che ore sono?”, dopo la quale ho iniziato a pensare che avrei trovato delle assurdità! Però tutte giustificate, soprattutto sulla figa: da buon MdMtette!

The following two tabs change content below.

Luca

luca@mdmitalia.it

Comments

comments

Luca

luca@mdmitalia.it

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi Visualizza Dettagli

https://www.google.com/about/company/user-consent-policy.html

Chiudi