MdM per il sociale: MongolRally e la storia di un sogno.

 

 

Inauguriamo il nostro nuovissimo sito provando a fare una buona azione!

Ci sono due ragazzi di Milano che si sono messi in testa di correre il MongolRally, donando contemporaneamente soldi in beneficienza.

Ma facciamo le cose per bene e partiamo dall’inizio.

Cos’è il MongolRally?

9d6Kbyw_700wa_0

l Mongol Rally è una gara NON COMPETITIVA che ha come scopo quello di raccogliere fondi da devolvere in BENEFICENZA. E’ organizzato da un gruppo di ragazzi inglesi, “The Adventurist”, che lo descrivono come “la più grande avventura al mondo”.

Esistono pochissime regole da rispettare per potervi partecipare:

La prima regola del MongolRally è non parlare del MongolRally anzi no, quella era un’altra roba

-Il mezzo di trasporto non deve eccedere i 1000 cc

-E’ vietato l’utilizzo di qualsiasi dispositivo satellitare

…Facile no?!

kRQBBOd_700wa_0

Questo perchè il rally è stato pensato per essere un’AVVENTURA, non esiste da parte dell’organizzazione alcun tipo di assistenza, nè tecnica nè organizzativa. “You need to drive a small, shit car to make the rally tougher. It’s no fun if it’s too easy. If you want easy go for a spa weekend.”

Dove?

La partenza ufficiale del Mongol Rally è a Londra. Da qui le macchine hanno un giorno per raggiungere Heidemberg ed un altro per arrivare a Budapest (dove ci uniremmo noi). Raggiunta Costanza sul Mar Nero si terrà la festa per la partenza con tutti gli equipaggi e si partirà, con le debite tempistiche di recupero, in direzione Est, sperando di raggiungere Ulan Bator in qualche maniera.

Il tragitto da Costanza alla Mongolia non è stabilito, ogni team deciderà che strada prendere.

Esistono principalmente due opzioni percorse dai team nelle precedenti edizioni: la prima è la Northern Route passa al di sopra del mar Caspio restando prevalentemente in Russia, la seconda, ovvero la Southern Route si trova ad attraversare un terzo della Terra al di sotto del mar Nero e del mar Caspio attraversando Turchia, Iran, Turkmenistan, Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan, Kazakistan per ricongiungersi in russi alla via settentrionale ed arrivare in Mongolia.

Chi?

Come anticipato, i nostri intrepidi eroi sono due ragazzi di Milano, impegnati nell’ultimo anno di università. Le facce non ispirano nulla di buono, ma vi assicuro che quando sono sobri sono dei bravi ragazzi.

Lorenzo, nasce in quel di Lecco nel 1991, di preciso non si ricorda nemmeno lui quando. Già da piccolo era portato alla sopravvivenza estrema e non è stato possibile stimare quante forbicette abbia mangiato al posto del latte mammario. In quanto ingegnere avrebbe steso i suoi dati anagrafici sotto forma di elenco puntato per presentarsi, ma fortunatamente è seguito da amici che gli vogliono bene… Scherzi a parte è l’unico componente del gruppo con la possibilità di avere una buona conoscenza meccanica del veicolo, che dovrà presto condividere per la sua futura salvezza. Promotore di quest’avventura, ha pianto per più di un anno in cerca di idioti che lo accompagnassero, fino a quando l’architetto non ha capito di cosa stesse farfugliando. Il resto è Storia..

Leonardo, impavido avventuriero che non si ferma per alcun motivo… tranne che per una bella bionda – alta, frizzante, fresca al punto giusto… Insomma basta che non sia una Peroni (ma anche in quel caso…). Quattro anni fa scelse la facoltà di ingegneria meccanica… ci si aspetterebbe un mago dei motori ormai ma per ora siamo fermi alle variazioni di entropia. Ex giocatore di rugby e ottima forchetta, anche in quel campo ha pochi i limiti che lo spaventino. Il Mongol Rally sará una delle più grandi sfide in cui si sia mai cimentato: il giro di metà mondo su un auto che la maggior parte della gente non userebbe neanche per andare a far la spesa. Pronto a mettersi in gioco e a confrontarsi con le culture più diverse, non vede l’ora di potersi rifocillare con la cucina mongola e festeggiare l’arrivo finale con quantitativi elevati d’Airag!!

Come?

tumblr_n3ggx1MdFb1smcbm7o1_250

Veniamo al fulcro del discorso: come fare per aiutare questi ragazzi a correre il MongolRally e di donare soldi in beneficienza?

Potete farlo in due modi:

1)Tramite raccolta fondi, raggiungibile con questo link: https://www.gofundme.com/genghispanda?utm_medium=wdgt

Attualmente la raccolta fondi ha un obiettivo minimo di 3000€.

La donazione minima concessa da questo sito è 5€.

-Donando dai 5 ai 9€, sarete automaticamente iscritti a tutti gli aggiornamenti relativi alla raccolta fondi e alla gara.




Due ragazzi, un sogno: correre il MongolRally e fare beneficenza.

Link per la raccolta fondi: https://www.gofundme.com/genghispanda

Fondazioni alle quali andranno le donazioni: https://www.coolearth.org/what-we-do/our-mission/ http://www.makeadifference.it/

Sito dei due temerari: http://www.genghispanda.altervista.org/index.html Pagina Facebook: https://www.facebook.com/genghispanda/?fref=ts

Sito della gara: http://www.theadventurists.com/mongol-rally/

 

The following two tabs change content below.

Luca

luca@mdmitalia.it

Comments

comments

Luca

luca@mdmitalia.it

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi Visualizza Dettagli

https://www.google.com/about/company/user-consent-policy.html

Chiudi